STORIA DELLA BANDA

La banda di Godiasco Salice Terme nasce con il nome di FILARMONICA DI GODIASCO nel 1897 come risulta da un verbale del 14 febbraio dello stesso anno. In quella data vengono eletti : Paolo Gatti, in qualità di Presidente; il notaio Candido Simonelli, vicepresidente; Antonio Barbieri ed Angelo Angeleri in qualità di Direttori della Filarmonica; Lorenzo Pizzorno, segretario; e il farmacista Pio Zelasco in qualità di cassiere. Venne stilato uno Statuto dove si evidenziavano i doveri dei musicanti e le penalità che i trasgressori dovevano pagare. Le prove erano serali ed obbligatorie ed erano fissate nei giorni di martedì e sabato dalle ore 20.50 alle 22.00; nei giorni festivi dalle ore 13.50 alle 17.00 ed al mercoledì dalle 22.00 alle 23.00. Il 4 luglio 1897 venne approvato un regolamento interno e venne nominato un bidello nella persona di Onorio Picco col salario annuale di Lire 20. Nel 1898 la FILARMONICA GODIASCHESE inizia a esibirsi per la festa dei coscritti e subito dopo con il “ ballo pubblico” per la festa patronale, continuando nel tempo un’attività molto intensa. Nel 1911 era Presidente Onorario Sua Altezza Reale il Principe Aimone di Savoia figlio di S.A.R. Emanuele Filiberto duca di Aosta e la Filarmonica Godiaschese prese il nome di CORPO MUSICALE AIMONE DI SAVOIA. Si hanno notizie documentate dell’attività del corpo Musicale Aimone di Savoia sino al 10 giugno 1933 con Presidente il colonnello Enea Chiodelli; direttore e maestro della banda Alberto Angelini; come consiglieri: Nino Percivati ; Adolfo Rineri; Carlo Redis; Alberto Salvini; Antonio Fregosi; Carlo Lazzati; vicedirettore Carlo Oliva; segretario Luigi Sparpaglioni; cassiere Ottavio Poggi. Poi… la guerra…e… un lungo silenzioso intervallo sino al 1993 quando un gruppo di volontari : fonda il “ Gruppo di Attività Musicale Antonio Cagnoni ” in memoria di un illustre musicista nato a Godiasco Salice Terme nel 1828 e morto a Bergamo nel 1896, proponendosi di divulgare l’amore per la musica, consentendo ai giovani di impegnare in modo costruttivo il tempo libero e soprattutto, di riprendere l’attività bandistica dopo circa mezzo secolo di forzato silenzio. Nasce così il CORPO BANDISTICO ”ANTONIO CAGNONI” costituito inizialmente da bambini della locale scuola elementare diretti dalla maestra Agrillo Maria Teresa. La prima formazione del “Corpo Bandistico A. Cagnoni” era costituito da: Marco Rochini e Riccardo Cappelletti al saxofono contralto, Mauro Bevilacqua al flicorno, Daniela Madafferi al corno, Elia Bariani alla tromba, Severino Viola al trombone, Luca Meisina alle percussioni, Paola Tramelli, Isabella Ferrari e Marco Tramelli al clarinetto, Selene Mantoan all’ottavino, Laura Casarini al flauto traverso e Fabio Cazzaniga al basso tuba. Dal 1993 ad oggi, la Banda ha subito molte trasformazioni ma continua a vivere con sempre nuovi elementi.

Per migliorare l'esperienza di navigazione, questo sito potrebbe utilizzare cookies sia propri che di terze parti. Per maggiori informazioni clicca qui.

Continuando la navigazione si accetta di utilizzare i cookies.